DANUBIO SEMPLIFICATO

Il Danubio è una preparazione di origine napoletana. In effetti si tratta di un impasto tipo brioche  con ripieno salato. Preparo questa ricetta da circa 30 anni e non mi è mai capitato che a qualcuno non piacesse. Noi le prepariamo per il picnic e per le feste dei ragazzi, ma anche quando vogliamo portare qualcosa a casa di amici o di parenti. Ho dato per il ripieno delle dosi orientative, ma potete usare anche rimanenze del frigo.

Ingredienti per 30 brioscine

1 kg di farina 00

2 lievito di birra

100 gr di burro a temperatura ambiente

60 gr di zucchero semolato

500 ml di latte caldo

Sale 2 cucchiaini colmi

Ripieno

200 gr di provolone dolce a pezzi di 2 cm

200 gr di mortadella a pezzi di 2 cm

1 pacco di wurstel o prosciutto cotto a pezzi di 2 cm

200 gr di caciocavallo a pezzi di 2 cm

1 uovo sbattuto con un cucchiaio di latte

Forno preriscaldato a 180°

1 teglia da forno di 40×35 con i bordi bassi 3 cm. imburrata e infarinata.

Mettete il lievito nel latte con un cucchiaino di zucchero, sciogliete bene e fatelo riposare fino a quando si formerà sopra una leggera schiumetta.

Miscelate le farina con il sale e il restante zucchero in una grossa ciotola, al centro fate la fontana e versate il lievito. Togliete il composto dalla ciotola e mettetelo sulla spianatoia, lavorate per una decina di minuti. Vedrete man mano che lo lavorerete diventerà liscio, unite adesso il burro e continuate ad impastare fino a quando non sarà ben incorporato. Alla fine l’impasto dovrà risultare soffice e omogeneo.

Dividetelo in 30 pezzi uguali, con le mani schiacciate ogni porzione delicatamente e al centro mettete un pezzo di ogni tipo di ripieno. Chiudete a formare delle palline, sistematele nella teglia con il punto di chiusura sotto. Sistematene 5×6, quindi mettete a lievitare fino a quando non avranno raddoppiato il volume e si saranno unite.

Trascorso questo tempo, spennellate delicatamente con l’uovo sbattuto poi infornate per 30 minuti.


This entry was posted in ricette di mamma anna. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *