TORTA CAPRESE

Lo so’, questa che vi do non è la ricetta originale, però devo dire che è davvero buona, morbida, umida, sicuramente da provare. L’originale “Torta caprese” nacque sull’isola di Capri nel 1920. La leggenda racconta che sarebbe frutto (come spesso accade) di una dimenticanza del cuoco Carmine Di Fiore, che aveva omesso il quantitativo di farina, ma decise di servirla ugualmente, anche se con un poco di timore. Si racconta infatti che i clienti fossero tre malavitosi americani giunti a Capri per acquistare una partita di ghette per Al Capone. Contrariamente ai suoi timori il risultato piacque talmente che i tre americani ne pretesero la ricetta. Fu così che Carmine Di Fiore, battezzata la torta con il nome di “caprese”, ne iniziò la produzione quotidiana, raggiungendo in breve tempo un grande successo.

Torta caprese

Ingredienti

200 gr di zucchero semolato

200 gr di burro a temperatura ambiente

100 gr di cioccolato fondente

5 uova grandi intere

300 gr di farina di mandorle

3 cucchiai di farina

1 bustina di lievito per dolci

1 bicchierino di rum

1 pizzico di sale

Forno preriscaldato a 170°C

1 tortiera di 23 cm di diametro e alta 7 cm imburrata e infarinata.

Dividete le uova, i rossi in una ciotolina e gli albumi in una ciotola.

Mettete il burro e zucchero in un’altra ciotola e lavorate gli ingredienti con le fruste per 5-6 minuti. Sempre continuando a montare, incorporate poco per volta i rossi d’uovo. Dovete fare come per la maionese, unire all’inizio piccole dosi poi man mano che il burro riesce ad assorbirne di più aumentare le quantità. Alla fine il burro sarà diventato una crema.

Nel frattempo fate sciogliere il fondente a bagnomaria e unite il rum, rigirate per amalgamare. Appena tiepido versatelo a filo nel burro, poi aggiungete la farina setacciata con il lievito più la farina di mandorle e cercate di amalgamare il composto più delicatamente possibile.

Lavate bene le fruste, montate i bianchi d’uovo a neve con un pizzico di sale e uniteli al composto, però prima unitene un cucchiaio, questo serve per alleggerire la massa, dopodiché potete unire il resto dei bianchi e amalgamarli sempre con movimenti dall’alto verso il basso, in modo da incamerare aria e non smontare gli albumi.

Versate il composto nella tortiera e infornate per circa 40 minuti.

Prima di servire spolverizzate con zucchero a velo. Volendo, si può servire in modo più completo, accompagnandolo con una pallina di gelato alla vaniglia o stracciatella.

 

This entry was posted in ricette di mamma anna. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *