PATATE E CARCIOFI

È un ottimo contorno a carni arrosto, ma potrebbe essere un primo leggero o anche un ottimo piatto vegetariano

 

Ingredienti per 4 persone

4-5 carciofi puliti e tagliati in 4 o 6 spicchi

800 gr di patate a pasta farinosa, sbucciate e tagliate a pezzi di circa 3 cm

4 cucchiai di olio extravergine d’oliva

2 spicchi di aglio tritati o grattugiati

2 cucchiai di prezzemolo tritato

Sale e pepe q.b.

1 tegame da 20 cm provvisto di coperchio.

Il procedimento è molto semplice, dovete mettere tutti gli ingredienti nel tegame, unite tanta acqua quanta ne basta a coprire a filo le patate. Portate a bollore poi mettete il coperchio, abbassate il fuoco a minimo e lasciate cuocere per 10 minuti, dovete dare solo una o due rigirate per non farle attaccare, ma senza spappolare le patate, né i carciofi.

Trascorsi i 10 minuti, con la forchetta controllate la cottura, devono essere tenere ma non sfatte e abbastanza asciutte, altrimenti fatele cuocere ancora qualche minuto senza il coperchio, quindi controllate di sale e pepe.

Prima di servire unite ancora un filo di olio extravergine.

Come pulire i carciofi

Per pulire i carciofi, vi conviene usare dei guanti monouso altrimenti le mani diventano nere. Per prima cosa bisogna togliete le foglie esterne e dure, se sono primizie di sicuro sono molto teneri e basterà levarne poche.

Si strappano le foglie verso il basso e si tagliano la metà delle foglie in senso orizzontale in modo da spuntare le punte.

Con mezzo limone passate sulle parti tagliate in modo che non anneriscano (il limone previene l’ossidazione del carciofo), poi mondate il gambo, usate un coltellino e patendo dalla parte finale del gambo scendete verso il fondo.

Pulito tutto il gambo, ritagliate le parti dure sul fondo del carciofo, rigirandolo in mano come fareste per sbucciare una patata.

Tolta la parte dura e scura, arrivate alla parte più chiara e tenera, passate ancora il limone. Tagliate in due il carciofo, ora eliminate la barbetta al centro, nel caso ci fosse (se sono teneri e freschi non ci sarà), passate ancora con il limone e per finire lasciateli in una ciotola con acqua fredda e una spruzzata di limone fino al momento di cucinarli.

 

This entry was posted in ricette di mamma anna. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *