POLLO CON PEPERONI E OLIVE

Un classico della cucina romana: il pollo con i peperoni! Di solito, con la ricetta originale, necessita di 1 ora di cottura, si rosola prima il pollo, poi si unisce del pomodoro e i peperoni. Io vi propongo la mia versione, che ne fa un’ottima portata pronta in 30 minuti. Infatti preferisco il procedimento al contrario, ovvero, faccio rosolare i peperoni, poi unisco i pezzi di pollo e solo una decina di minuti dalla fine della cottura aggiungo le olive snocciolate e l’aglio (che spremo con l’apposito utensile simile allo schiaccia patate, ma molto piccolo). Non è di certo un piatto facile da digerire, però è talmente buono! Essendo un piatto estivo, è meglio usare peperoni freschi di stagione, che alla fine risulteranno come salsa, e l’aggiunta di olive verdi completa il tutto.

pollo con peperoni e olive

Ingredienti per 4 persone

4 cosce di pollo tagliate in tre pezzi o un pollo da 1 kg e 200 tagliato a pezzi piccoli

1 kg di peperoni rossi e gialli tagliati a listerelle

20 olive verdi snocciolate piccanti

2 cucchiai di olio d’oliva

2 grossi spicchi di aglio tritati

1 padellone da 30 cm di diametro con coperchio, meglio se antiaderente.

Il procedimento è semplicissimo! Dovete mettere l’olio nel padellone e appena caldo, unirete i peperoni. Salate poco, pepate, mettete il coperchio, poi a fuoco forte fateli friggere finché non avranno un bel colore bruno sui bordi (bastano pochi minuti). Dovrete rigirarli due-tre volte per rosolarli bene.

Adesso mettete nel padellone i pezzi di pollo, quindi spostate su un lato i peperoni e sistemate i pezzi  di pollo sul fondo, man mano portate i peperoni sopra il pollo a coprire il tutto, rimettete il coperchio e a fuoco alto lasciate cuocere per una ventina di minuti, avendo cura di rigirare il pollo che rosolerà e i peperoni si ammorbidiranno.

Solo alla fine controllate il sale e pepe, unite le olive e l’aglio schiacciato, fate cuocere senza coperchio ancora qualche minuto finché l’aglio sarà rosolato.

 

This entry was posted in ricette di mamma anna. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *