PALLE DI RISO

Ricetta originaria della cucina siciliana, gli arancini di riso, ormai patrimonio culinario di tutte le regioni, si trovano in forme e ripieni diversi. A Napoli si chiamano “palle di riso” e per chi non le conosce, vi dirò che si tratta di piccoli timballi di riso fritti in abbondante olio. Il ripieno varia a secondo dei gusti, ma siccome solitamente non mancano piselli, carne e mozzarella, si possono annoverare tra i piatti unici. Sono troppo buone sia come cena o pranzo, ma anche per un picnic. Di solito quando vogliamo mangiare qualcosa di speciale e sfizioso, prepariamo “palle di riso” e “crocché” (crocchette di patate). Mi direte “ma è frittura”! Se non la mangiate tutti i giorni, si può anche fare, specie se fatta bene e con olio pulito. La ricetta tradizionale prevede anche i fegatini di pollo fritti. Io non li metto, ma se li gradite…fate voi!!!

Ingredienti per 10-12 palle di riso

400 gr di riso per risotti

2 grosse uova intere

50 gr di parmigiano grattugiato

40 gr di burro

Sale e pepe q.b.

Per i piselli

½ kg di piselli surgelati

2 cipollotti a fettine o scalogno o cipolla

50 gr di salame tagliato a dadini

20 gr di burro

1 cucchiaio di olio

Sale e pepe q.b.

Inoltre

200 gr di mozzarella a dadini tagliata in 12 pezzi

2 salsicce cotte in un padellino e tagliate a pezzetti

1 litro circa di olio di semi per la frittura

Pane grattugiato

Una pentola da 22 cm di diametro.

Una padella dal bordo alto per la frittura.

Iniziate mettendo la pentola per il riso sul fuoco e, mentre arriva ad ebollizione, fate cuocere le salsicce in un padellino o un pentolino con un filo di olio.

A parte, in un altro tegame più grande mettete i cipollotti con il burro e l’olio, un pizzico di sale e fateli leggermente imbiondire a fuoco basso. Unite il salame rigiratelo per appena un minuto poi versate nel tegame i piselli. Mettete il coperchio e cuocete per una ventina di minuti o finché i piselli non risulteranno teneri e abbastanza asciutti.

Cuocete il riso in acqua e sale per 15 minuti, scolatelo, rimettetelo nella pentola e ancora caldo, conditelo con il burro. Lasciatelo intiepidire e unite il parmigiano, le uova intere, il sale e il pepe e amalgamate bene il tutto.

Per formare le palle di riso, stendete una parte di riso sul palmo della mano, in modo compatto. Al centro mettete un mezzo cucchiaio di piselli, una quantità di salsiccia e un pezzo di mozzarella, coprite con altro riso e chiudete cercando di tenere il ripieno al centro. Per facilitare l’operazione vi consiglio prima di iniziare, di bagnare le mani in modo che il riso non vi si attacchi.

Passate alla panatura, fate aderire bene in pangrattato stringendo le palle di riso tra le mani finché  vedrete che non prende più (la panatura deve risultare compatta).

Fatele friggere in abbondante olio (per questo ho consigliato la padella con il bordo alto), è meglio se cuociono coperte di olio, così la cottura sarà omogenea. Cuoceranno per circa 15-20 minuti, fino a quando saranno dorate.

Servitele calde con la mozzarella ancora filante e accompagnate dai restanti piselli. Sono ottime anche se fredde.

 

This entry was posted in ricette di mamma anna. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *