FAGIOLATA CON SALSICCE E COTICHE

Potete usare fagioli secchi in questo caso dovete metterli a bagno la sera prima, ma trovo più semplice comprare piccole scatole di fagioli di diverse qualità e aggiungerle nell’ultimo quarto d’ora di cottura.

Ingredienti per 5 persone

5 salsicce grandi circa 700 gr

1 grosso pezzo di cotica di circa 300 gr tagliato a

pezzi di 5-6 cm

fagioli gia cotti, 1 scatola di ogni qualità di cannellini,

borlotti, fagioli neri e fagioli rossi

1 grande costa di sedano, 1 grossa carota e 1

grossa cipolla tagliati a pezzetti

20 gr di burro

2 cucchiai di olio extravergine

1 bicchiere di vino bianco secco

1 cucchiaio abbondante di concentrato di pomodoro

2-3 foglie di alloro

3 chiodi di garofani

4-5 rametti di timo fresco o 1 cucchiaino secco

Sale e pepe q.b.

Un tegame basso da 24 cm di diametro con coperchio.

Per prima cosa tuffate la cotica in acqua bollente, fatela bollire per un minuto. Toglietela dall’acqua bollente e mettetela in acqua fredda, sciacquatela e con il coltello raschiatela su entrambi i lati, con questo sistema oltre che lavare la potrete anche sgrassare, in più sarà semplice tagliarla a pezzi e tenetele da parte.

Mettete nel tegame l’olio e le salsicce, fatele rosolare su tutti i lati. Togliete le salsicce dal tegame e nell’olio versate le verdure e il burro, salate e pepate. Fate cuocere le verdure a fuoco moderato fino a quando saranno appassite e imbiondite.

Rimettete le salsicce nel tegame aggiungete anche le cotiche, il timo, l’alloro e i chiodi di garofano poi bagnate con il vino, fatelo sfumare per un paio di minuti, quindi unite al tutto il concentrato di pomodoro e un bicchiere di acqua bollente, portate a bollore, mettete il coperchio, abbassate il fuoco a minimo e lasciate cuocere per circa 30 minuti.

Passati i trenta minuti di cottura, versate nel tegame i fagioli con tutta la loro acqua e fate cuocere ancora 15 minuti.

Potete servire la fagiolata accompagnata da pane, da polenta o su pasta corta tipo tubettoni.

 

This entry was posted in ricette di mamma anna. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *