CAPONATA NAPOLETANA

Niente a che vedere con la famosissima caponata siciliana, che è un piatto a base di verdure. Della  caponata napoletana ci sono molte versioni, unica costante è la “fresella”. La fresella è un classico della cucina povera del meridione d’Italia, è un pane lievitato di piccole dimensioni di solito ha una forma a ciambella o di forma quasi rettangolare, che dopo cotto viene aperto e cotto di nuovo per eliminare ogni residuo di umidità, ed è proprio la “ricottura” che assicura un lungo tempo di conservazione. Prima di essere usate, le freselle vanno reidratate, bagnandole in acqua, e poi condite con pomodori, origano o basilico fresco, sale e ottimo olio extravergine d’oliva. Le varianti della caponata sono a gusto personale e innumerevoli, ma questa è la versione originale, povera fresca e di antica preparazione (se ne trovano testimonianze risalenti al XIV secolo). Essendo una base di pane condita con un’insalata, potete metterci sopra quello che volete, io vi darò due alternative oltre a quella che già ho descritto, ma voi sperimentate a gusto vostro.

Ingredienti per ogni fresella

5-6 pomodorini tagliati a fettine

4-5 filetti di acciughe

3-4 olive nere denocciolate

3-4 olive verdi denocciolate

Qualche fettina di cipollotto fresco solo la parte bianca

Qualche fettina di aglio se piace

Basilico spezzettato

2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Sale q.b.

Al tonno e rucola

5-6 pomodorini tagliati a fette

1 scatoletta di tonno all’olio piccola (80 gr.)

3-4 olive nere denocciolate

3-4 olive verdi denocciolate

Qualche foglia di rucola

Qualche fettina di cipollotto fresco solo la parte bianca

Foglie di basilico spezzettate

Sale q.b.

Per prima cosa bisogna bagnare la fresella. Siccome non si conosce il prodotto che si è comprato, vi consiglio di prenderne una, passarla sotto l’acqua corrente e poggiarla sul piatto per vedere dopo un minuto se risulta morbida abbastanza o bisogna passarla ancora sotto l’acqua. Il grado di morbidezza dipende dal gusto personale. Io preferisco che sia più croccante, anche perché prenderà il liquido dai pomodori e da quello che metterete sopra.

Visto il grado di bagno che volete, fate lo stesso procedimento per le altre freselle, poi sistematele sui piatti e metteteci sopra le fettine di pomodoro, conditele con un poco di sale e sopra il resto degli ingredienti. Solo alla fine mettete a filo l’olio, cercando di condire bene il tutto, e servite.

Per la seconda variante, bagnate la fresella usando lo stesso procedimento, solo che sulla base mettete prima un poco di rucola, poi i pomodori con il pizzico di sale e invece delle acciughe sbriciolate il tonno scolato e alla fine condite con l’olio extravergine. Non usate quello del tonno che non avrebbe lo stesso sapore dell’extravergine, però conservatelo in frigorifero per farne una salsa.

Guarnite con le olive snocciolate, il basilico le fettine di cipollotto e servite.

 

This entry was posted in ricette di mamma anna. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *